mercoledì 24 ottobre 2012

Corso progettazione in Permacultura, prima parte

Siamo a metà del corso in progettazione in Permacultura iniziato venerdi scorso, organizzato da Alessandro, Nanni e Kat in collaborazione con l'Accademia Italiana di Permacultura.
Principalmente la vita si svolge presso l'azienda Yakka Ga:Na (mai da soli in dialetto aborigeno) di Nanni e Kat nel comune di Seneghe.

Se non ci sono presentazioni da proiettare in un ambiente buio, la maggior parte delle lezioni si svolgono all'aperto, nella foto una sessione di domande a Marilù (una delle fondatrici dell'Accademia ed architetto) dopo una lezione sulla casa sostenibile.

Alessandro, in primo piano a sinistra, è laureato in pedagogia e si occupa principalmente dell'aspetto personale e sociale della permacultura.

Una sessione di progettazione e relazione dei vari elementi della fattoria durante le lezioni introduttive dei primi 3 giorni.

Jack be little, le mini zucche inglesi di Kat.

La casa e la stalla viste dall'orto.

Un buon momento musicale non guasta mai.

La cucina da cui sforniamo pasta, risotti, zuppe, minestre, insalate ecc... Organizzandoci bene e con l'aiuto di tutti, siamo in grado di seguire tutte le lezioni e garantire tutti i pasti.

Tutti a cena, non mancano mai anche gli ospiti che passano per un saluto e si fermano poi a pranzo o cena.

Kat nell'orto con i suoi cavoli giganti, originaria del Devon, si è diplomata in Permacultura in Inghilterra quest'anno.

Nanni, originario di Nuoro, ha vissuto 10 anni in Australia, dove si è diplomato in Permacultura nel 2011, ha vissuto 3 anni con gli aborigeni nell'Arnhem Land.

Lezione sul suolo tenuta a Milis a Tuppa de Paulu, la fattoria di Alessandro, anche i suoi 7 asinelli erano molto interessati all'argomento.

Nessun commento:

Posta un commento