mercoledì 21 marzo 2012

Arrivederci Sarruni e rieccoci ad Urupia

E' purtroppo finito anche il nostro mese all'Agriturismo Campolisio a Sarruni, abbiamo salutato la famiglia Polo, che ci ha ospitato ed i numerosi animali della loro fattoria che ricorderemo sicuramente a lungo.

Mamma mucca Rosalinda (in piedi) e Shiva, la vitella di 2 mesi con cui ci dovevamo confrontare ogni mattina e sera durante la mungitura. Il buonissimo latte lo bevevamo a colazione e ci facevamo ottimi formaggi, yogurt e ricotte.

Ele con in braccio due dei tanti capretti nati in questo mese che dovevamo bloccare prima di uscire dal recinto con tutto il gregge per andare a zonzo nella macchia per un paio d'ore.

La tribuna elettorale delle 28 galline, 5 anatre, 1 faraona e 4 oche.

Girando dietro alle capre nella macchia sene trovano di ogni: Avanzo di mascella di piccolo animale carnivoro.

Una ventina di processionarie ordinatamente in fila per attraversare la strada.

A casa del signor Giuseppe Bernardi di Tuglie (al centro) che ha trasformato il vecchio palazzo di famiglia nel Museo della Civiltà Contadina.

Con l'amico Vito Lecci di Salve che nel suo podere ha creato un bel Parco Astronomico con tanto di planetario, terrazza di osservazione con telescopi, piccolo museo dell'astronautica, radiotelescopio ed una ricca collezione di meteoriti.

Ele con Natalino del Prete di San Dònaci che produce vino assolutamente senza trattamenti chimici. La foto in particolare si riferisce alla vigna settantenne ad alberello pugliese che non necessita di strutture di sostegno.

Vorremmo inoltre ringraziare il simpatico meccanico VW di Galatina che, in seguito ad un problema di circolazione del Bungbu (diesel) ha lavorato un'ora senza voler essere pagato e che però ha ben accettato una bottiglia del vino di Urupia, dove per'altro siamo ritornati per questi 4 giorni e dove lasceremo in custodia il Bungbu, durante la nostra prossima tappa Greca.

Nessun commento:

Posta un commento