giovedì 11 giugno 2015

Completato il lato est ed arrivano le ciliegie

Dopo il completamento parziale, in attesa del trabattello, pochi giorni fa abbiamo completato anche il lato est, quello dove alla mattina, per il gran sole, era davvero duro lavorare. Infatti le gettate di malta tra i muraletti le abbiamo fatte sempre nel pomeriggio all'ombra.

Ele getta la malta.

Ed ecco come si presenta la facciata. Su questo lato non abbiamo messo coperture antipioggia perchè qui a Cimbano stranamente il vento non tira mai da questa parte ed inoltre bisogna lasciar libera la finestra della legnorotaia motorizzata.

Mentre Ele si occupava della malta, siamo passati alla facciata sud. Con Martin già a buon punto con la carpenteria, Saimo velocemente ha completato la posa delle ballette, ma non tutte volevano andare al loro posto...

Non è che volevamo spostare la casa utilizzando una vela, ma da qualche giorno verso il tardo pomeriggio ci girano intorno nuvoloni neri ed allora siamo stati costretti a mettere queste coperture. Peccato per le fotografie.

Però all'ombra del telone Ele lavora sicuramente più tranquilla e fresca.

Con la chiusura del muro centrale del lato sud il piano terra è diventato sicuramente un po' meno luminoso, però dobbiamo pur completarla questa casa, no?

Il primo piano, a destra si vedono le ballette che spuntano da sotto, entro un giorno anche quella parete sarà completata.

Ed eccole le ciliegie, a miliardi sull'albero di fronte alla casetta dove abitiamo. Ogni mattina ne prendiamo un sacchetto per affrontare la dura giornata ed al pomeriggio, quando rientriamo ne prendiamo ancora per trasformarle in : Composta senza zucchero, invasettate con poco zucchero e lasciate al sole per una settimana, invasettate e sterilizzate per 20 minuti, sotto alcool, candite, fermentate con poco lievito di birra, limone e zucchero ed infine, con i gandolini faremo un bel maraschino.  Basta cosi?

Intanto per un giorno abbiamo fatto ritorno nelle Marche, proprio in uno dei comuni in cui ci piacerebbe stabilirci, per visionare un'interessante posto che potrebbe davvero fare al caso nostro. Approfondiremo sicuramente la questione a luglio quando faremo ritorno stabile in zona...

Tornando in Umbria ne abbiamo approfittato per passare una notte, belli freschi, a Castelluccio di Norcia e farci una camminata ed intanto discutere della visita del giorno prima.

Castelluccio ci ha anche stupito per il suo nuovo impianto di fitodepurazione per i liquami del borgo.



Nessun commento:

Posta un commento