giovedì 28 febbraio 2013

Gite ed animali del milese

Mentre continua la tranquilla vita pastorale, mungiture, rotazioni degli animali nei terreni, pascoli ecc ecc, la scorsa settimana abbiamo ricevuto la visità della romagnola Marilù, per il modulo di permacultura urbana che si è tenuto a Cagliari, ed il basso-bresciano Marco, già partecipante al corso dello scorso ottobre e wwoofer qui a Tuppa de Paulu fino a dicembre, insieme all'amica Elena.

Si è quindi riunita una bella truppa di continentali ed il buon Alessandro ci ha accompagnato, facendoci da cicerone, alla scoperta di un paio di bellezze nuragiche della zona. Nella foto siamo in viaggio a bordo di Enea, il Bedford camperizzato dell'83 di Marco (che tralaltro è in vendita e chi fosse interessato a maggiori info e foto...)

La prima gita l'abbiamo fatta in una piovosa giornata al pozzo di Santa Cristina a Paulilatino, una strabilante struttura sotterranea di 3500 anni fa che raccoglie l'acqua di condensazione dell'umidità del terreno circostante.

Per la seconda gita Alessandro ha scelto il grande complesso nuragico di Su Nuraxi a Barumini, anch'esso una meraviglia architettonica di sole pietre.

La vista del villaggio nuragico dall'alto del nuraghe centrale.

L'interno della torre principale.

Tornando alla vita pastorale ecco le nostre beeelanti amiche che si godono delle grandi brucate di erbetta fresca favorita dal continuo alternarsi di sole e pioggia.

Anche gli asini, capobrancati dal quissopraritratto Morello, ringraziano per l'abbondanza di nutrimento vegetale.
 Questi due galli si sono meritati una foto perchè stanno portando avanti una esemplare azione libertaria, fuggiti dal pollaio ogni sera vanno a dormire su di un olivastro ad un paio di metri di altezza, riscoprendo le loro ancestrali origini di pennuti e sfidando a volto scoperto la volpe notturna. Grandi!

Il più discreto, silenzioso ed autonomo abitante della fattoria, il Signor Coniglio. Ultimamente si lascia avvicinare fino a quasi poterlo toccare.

Garibaldi ed Anita immortalati mentre dalla loro elevata pietra di osservazione controllano il regolare svolgimento delle attività rurali.

Nessun commento:

Posta un commento