giovedì 21 luglio 2011

Qualcuno volò sulla pozza dei cinghiali

Una mattina, una bella pista chiara che spiccava nell'erba come la riga di gesso di un campo di calcio, ha attirato la nostra attenzione ed osservando più attentamente le foglie abbiamo scoperto essere argilla secca.



Vista l'abbondanza di cinghiali abbiamo subito pensato a loro, si trattava ora di capire l'origine e la direzione della pista, così ci siamo messi a seguire le tracce dipinte su rami, tronchi, cespugli e foglie.
Risalendo  la collina le tracce terminavano poco lontano in mezzo ai noccioli e quindi abbiamo cominciato a scendere verso il bosco, dove erano invece ancora ben più visibili.
C'è voluta quasi mezz'ora di ricerche per trovare finalmente l'origine del mistero.

Ed ecco, vicino ad un ruscello in secca sotto il bosco di castagni, la pozza di argilla dove i cinghiali si vanno a sollazzare e da cui in seguito partono a grattarsi contro tutti gli alberi circostanti.

Setole rimaste argillate sul tronco di un albero nei pressi della pozza.

1 commento: