domenica 13 marzo 2011

24 ore a Casa Sassofrasso + incontri Bionieri/Wwoof

Visita flash ma veramente intensa quella di questo fine settimana a Casa Sassofrasso, un  progetto Bionieristico in corso di sviluppo, a Pecorara in Val Tidone, sulle belle colline piacentine.

Fabrizio, Adriana ed il gatto Fènec ci hanno dedicato 24 ore filate, con davvero poche ore di sonno infilate in mezzo,  per illustrarci e raccontarci il loro sogno di un piccolo ecovillaggio rivolto al sociale.

La casa in pietra è stata completamente ristrutturata nel 2007 ed è situata in un piccolo borgo adiacente al torrente che comprende, oltre a poche altre case da recuperare, anche strutture rurali quali fienili e stalle che diventaranno spazi da dedicare alle attività sociali.


In mattinata, dopo una passeggiata esplorativa lungo il torrente, Ele ed Adriana si sono dedicate alla semina nei vasetti per le future verdure dell'orto, mentre io ho aiutato Fabrizio a piantumare qualche nuova piantina di vite nella piccola vigna adiacente alla casa.

Nel pomeriggio, approfittando della vicinanza, siamo andati tutti insieme a visitare l'Azienda Agricola Mogliazze, un caratteristico borgo antico qualche chilometro sopra Bobbio, dove abbiamo preso contatto per una nostra futura permanenza wwooferistica.

Degno di nota è stato l'incontro, verso sera sulla via del ritorno, con un cervo adulto che ci ha regalato qualche secondo di emozione con il suo elegante portamento mentre educatamente attraversava la strada che attraversa il suo bosco.

Precedentemente (giovedi sera) avevamo incontrato Federica, Bioniera bergamasca, che a metà aprile inizierà un bel GapYear di wwoofing iniziando dalla Puglia per poi risalire in Abruzzo e da li poi vedere dove la porterà il vento.
A differenza di noi due neofiti, vanta già una bella esperienza di ecovillaggi e vita collaborativa soprattutto in ambito sociale.
Ci siamo ripromessi di incontrarci da qualche parte in Italia durante il prossimo anno e magari condividere un percorso comune.

1 commento:

  1. Ciao Bionieri, bel giro vi siete fatti! Avrete conosciuto Piero, un vero e proprio medico-scalzo e anche tra i primi agricoltori bio italiani. Se andate come woofing preparatevi, che li si lavora!

    RispondiElimina